Gibson è nel fuoco incrociato a causa di un video trapelato di recente, che immortala il produttore durante la distruzione di centinaia di chitarre apparentemente utilizzabili. Il video, pubblicato dall’ex dipendente di Gibson, BJ Wilkes, mostra una vasta collezione di nuovi strumenti Firebird X schiacciati da un veicolo cingolato.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Secondo l’ex dipendente, Gibson ha scelto di distruggere una grande quantità di chitarre Firebird X, a causa delle scarse vendite.

«Gibson non poteva vendere queste chitarre, che invece risultavano ancora negli inventari e in catalogo. I nuovi investitori della società hanno cercato, con questa e altre manovre, di mettere le cose a posto prima della fine dell’anno fiscale.»

Il gigante della chitarra ha passato momenti difficili, negli ultimi anni. Forti indebitamenti hanno portato a licenziamenti, alla rimozione dell’ex CEO Henry Juszkiewicz e ad una minaccia di fallimento. Proprio il modello Firebird X è nato sotto la gestione Juszkiewicz.

«La Firebird X era una chitarra orribile, tecnologicamente superata», ha rivelato Wilkes. Gibson distrugge abitualmente le chitarre, invece di riadattarle o sistemarle: «Ho visto prendere quotidianamente 10, 20 chitarre che erano dipinte e pronte per l’uso, e le ho viste distruggere perché avevano minuscoli difetti.”

Quando il video sulla distruzione si è diffuso online, molti si sono chiesti perché Gibson non pensato di donare le chitarre per una causa benefica.

Gibson ha dichiarato che il video rappresenta «un lotto isolato di modelli Firebird X, costruiti nel 2009-2011, che erano invendibili e danneggiati, con componenti ritenuti “non sicuri”, pertanto non poteva essere donato in alcun modo, ed è stato distrutto di conseguenza.»

Contestualmente, Gibson ha annunciato di impegnarsi a regalare una chitarra al giorno per i prossimi 1000 giorni. La speranza è che questa iniziativa riaffermi «l’impegno di Gibson nel restituire, aiutare i programmi di educazione musicale scarsamente incentivati, per diffondere cultura musicale e incoraggiare la creazione di musica.»

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here