Nasce a Minneapolis, nel Minnesota, il cantautore e polistrumentista statunitense Prince Rogers Nelson.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Figlio di un pianista e compositore e di una cantante Jazz, il suo nome deriva dal nome d’arte del padre. Immerso nel mondo della musica, comincerà a praticarla sin da piccolo. Scriverà, infatti, il suo primo brano, Funk Machine, all’età di soli sette anni.

Nel 1978, firmato un contratto con la Warner Bros., si chiuderà in studio e dopo pochi mesi se ne uscirà col suo primo disco, For You, scritto, suonato e prodotto interamente da lui, diventando il più giovane produttore musicale della storia. La sua versatilità strumentale gli affibbierà il titolo di “nuovo Stevie Wonder”.

Sarà nel 1984 che otterrà il suo primo successo mondiale con l’album Purple Rain, da cui ne ricaverà anche un film. Un doppio successo prima del quale solo i Beatles c’erano riusciti, vincendo anche un Oscar come “Migliore Colonna Sonora”.

Una vicenda particolare interesserà il suo sedicesimo album, The Black Album. Un album di cui l’artista dovrà rimanere ignoto, verrà pubblicato dapprima nel 1987 ma subito ritirato e mandato al macero. Le cause forse saranno da ritenere ad un ripensamento dell’artista rimasto insoddisfatto del disco. Comunque una ventina di copie destinate alle radio saranno salve e acquisteranno valore tra i collezionisti. Sarà solo nel 1993 che il disco verrà ripubblicato.

Nel 1989 verrà assoldato dal regista Tim Burton per produrre la colonna sonora di Batman la quale sarà un successo sin da subito. Sempre lo stesso anno collaborerà con Madonna nell’album Like a Prayer nel duetto Love Song. 

Nel 1990 tornerà a produrre un film, Graffiti Bridge, riportando in vita il protagonista del film Purple Rain ma si rivelerà un flop colossale. Il suo astio crescente nei confronti della Warner lo porterà a recidere il contratto, scoprendo di non essere possessore nè dei diritti dei master dei dischi nè del suo stesso nome, diventanto un marchio.

Sarà dall’album Love Symbol Album che comparirà un simbolo inquietante diventando il suo logo. Nell’album Come apparirà il sottotitolo TAFKAP, interpretato successivamente come “The Artist Formerly Known As Prince”. Nel 1996, la pubblicazione della raccolta Chaos and Disorder segnerà la fine del contratto con la Warner e passerà alla EMI.

La sua carriera proseguirà senza intoppi pubblicando altri album fino alla sua morte, il 21 aprile 2016.

Il suo stile musicale unirà le sue influenze derivanti esplicitamente da artisti Black quali James BrownSly & the Family StoneEarth, Wind & FireGeorge Clinton e Stevie Wonder unite al Rock di Jimi Hendrix e Frank Zappa, unendo così Funk, Rock e Pop.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here