Viene pubblicato il disco di esordio del Banco del Mutuo Soccorso. L’album omonimo è tuttora considerato uno dei grandi capolavori del Prog italiano. Il gruppo, già in attività da qualche anno, riesce finalmente a pubblicare il suo primo lavoro grazie all’interessamento del produttore e talent scout Sergio Colombini, che ottiene un contratto con la casa discografica Ricordi. Il disco, famoso anche per la sua copertina modellata a forma di salvadanaio, sintetizza mirabilmente tutte le caratteristiche principali del genere.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Ottima la preparazione musicale dei singoli componenti:

  • Francesco Di Giacomo (impareggiabile vocalist);
  • i fratelli Vittorio e Gianni Nocenzi (rispettivamente pianista e tastierista);
  • Marcello Todaro (chitarra);
  • Pierluigi Calderoni (batteria);
  • Renato D’Angelo (basso).

Da sottolineare anche la straordinaria capacità compositiva della coppia Francesco Di Giacomo-Vittorio Nocenzi.

Di seguito vediamo un estratto live dall’album (“R.I.P.”) tratto dall’esibizione del gruppo in occasione del Festival Musica d’Avanguardia e Nuove Tendenze svoltosi a Roma nel 1972.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here