Il leader dei The Doors James Douglas Morrison, per tutti Jim, viene trovato morto nella vasca da bagno dell’appartamento della sua ragazza Pamela Courson a Parigi.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Dopo la registrazione dell’album LA Woman, aveva deciso di prendersi un anno sabbatico lontano dai riflettori, in Francia, per dedicarsi completamente alla poesia. Ma purtroppo muore all’età di ventisette anni.

Non viene fatta nessuna autopsia ma le circostanze della morte vengono attribuite ad un’overdose di eroina, anche se tutto verificato in fretta e in modo confuso. Tutto questo alone di mistero dietro la sua morte, che ancora oggi risulta essere sospetta, alimenterà varie leggende cospirative, molte delle quali lo crederanno ancora in vita.

Morrison viene sepolto nel “cimitero degli artisti” di Père Lachaise di Parigi. Presto diventerà un vero e proprio santuario e meta di pellegrinaggio da parte dei suoi fan. Nel 1983 lo scultore croato Mladen Mikulin gli dedica un busto posizionandolo sulla tomba ma, purtroppo, nel 1988 quel busto viene rubato. Sarà poi il padre di Jim a sostituire la tomba con una lapide in cui verranno scritte la data di nascita e di morte e la frase in greco “KATA TON DAIMONA EAYTOY”, tradotto “Egli ha provocato i suoi stessi demoni”.

La tomba precedente col busto di Mladen Mikulin rubato nel 1988

 

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here