Nato a Seattle il 27 novembre 1942, chitarrista di straordinario e insuperato talento, Jimi Hendrix esordì musicalmente accompagnando i suoi idoli: BB King, Sam Cooke, Little Richard, Isley Brothers, King Curtis, Curtis Knight. Collaborò anche con Ike & Tina Turner e con Wilson Pickett.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Fu Chas Chandler (ex Animals) a intuire la sua straordinaria vena chitarristica e a portarlo in Inghilterra, dove nacque la Jimi Hendrix Experience, con Noel Redding (basso) e Mitch Mitchell (batteria).

Hendrix si conquistò subito la simpatia di tutta l'”aristocrazia pop” britannica, e fu Paul McCartney ad insistere perché partecipare al festival di Monterey. Da lì cominciò la sua fortunata ma breve esperienza musicale.

Gli spettacoli di Hendrix furono di quanto più emozionante, travolgente ed esasperante si fosse visto sulla scena del rock, dai tempi di Little Richard. Dopo la registrazione del terzo album, alla fine del ’68, Hendrix era già duramente provato a livello nervoso, a causa dei frequenti ricorsi alle droghe pesanti.

Nel 1969 l’Experience si sciolse. Il gruppo successivo, Band of Gypsys, si sciolse dopo un memorabile concerto al Madison Square Garden, nel 1970.

Hendrix cominciava ad abbandonarsi a progetti ambiziosi e che probabilmente avrebbero cambiato la sua musica, che già al concerto di Wight aveva dimostrato chiari segni di stanchezza, se la morte non l’avesse colto il 18 settembre 1970. Immenso chitarrista, per sempre nella galleria dei miti del mondo del rock.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here