Più di cinquant’anni sul palco, 180 milioni di album venduti, decine di premi tra cui 8 Grammy, un tour sold out quando di anni ne aveva già quasi 70. La tigre della musica popolare, Tina Turner, oggi compie gli anni.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Nata Anna Mae Bullock il 26 novembre 1939 a Nutbush, vicino Brownsville (Tennessee), inizia a cantare già alla tenera età di dieci anni. Appena maggiorenne si unisce ad Ike Turner. Dopo due anni da corista, è lei che prende la leadership del palcoscenico. La coppia entra nelle classifiche ufficiali nel 1960 con A Fool In Love. Nel 1971 Proud Mary arriva al quarto posto e diventa uno dei capisaldi del repertorio di Ike & Tina.

Nel frattempo vengono alla luce gli sconvolgenti retroscena della sua vita: abbandonata dalla madre in tenera età, assiste all’omicidio del padre da parte dell’amante e viene messa incinta da un uomo di passaggio. Ike si scopre essere un sadico che la picchia, che la costringe a cantare anche quando è malata, che la conduce sull’orlo della tubercolosi e che, nonostante viva sulle sue spalle, la tradisce con ogni sorta di degenerata sessuale. Tina decide di separarsi per intraprendere una carriera da solista.

Registra parecchio materiale per durante la fine degli anni ’70, ma è all’inizio degli anni ’80 che Tina Turner sorprende tutti. Il suo singolo Let’s Stay Together cover di una canzone di Al Green entra tra i primi 30 nelle classifiche di inizio 1984.

Il secondo singolo What’s Love Got To Do With It diventa uno dei pezzi più venduti dell’anno, e resta per tre settimane al numero uno. Il suo album Private Dancer include due nuovi pezzi da top ten: la title-track e “Better Be Good to Me.

Nel 1985 arriva un’altra importante esperienza cinematografica: “Mad Max: oltre la sfera del tuono” (con Mel Gibson), per la quale Tina Turner canta la canzone-tema del film We Don’t Need Another Hero.

La hit successiva è Typical Male del 1986. Dopo questo lavoro il successo di Tina Turner sembra affievolirsi, ma darà prova di lavori pregevoli con Foreign Affair (1989), Wildest Dreams (1996) e Twenty Four Seven (2000).

Negli anni Tina Turner ha duettato e collaborato con un folto numero di mostri sacri: da David Bowie a Eric Clapton, da Elton John a Rod Stewart, da Bryan Adams a Mark Knopfler.

Del 2004 è il doppio CD All The Best che contiene tre inediti (Open Arms, Complicated Disaster e Something Special) e concentra oltre 40 anni di carriera; il lavoro comprende anche Le cose della vita, famoso duetto con Eros Ramazzotti.

Problemi familiari e di salute iniziano ad accanirsi sulla cantante: nel 2013 ha un infarto e si sottopone a un lungo periodo di riabilitazione per imparare a camminare di nuovo e nel 2016 le viene diagnosticato un cancro intestinale. Inoltre, per curare l’ipertensione, opta per rimedi omeopatici che le causano danni ai reni che la portano a subire un trapianto nel 2017. Come se non bastasse, il 4 luglio 2018 si suicida a 59 anni Craig Raymond Turner, il suo primogenito.

I nostri auguri a Tina sono sinceri, e le auguriamo davvero salute e serenità. Grazie, Tina!

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here