Viene pubblicato The Razors Edge, dodicesimo album degli AC/DC. È il disco che sancisce la rinascita della band dopo un periodo instabile e di debole creatività. Dopo il successo clamoroso di dieci anni prima con Back in Black, gli AC/DC non riesco più a scrivere successi degni della loro fama e sembrano non risollevarsi. Ma il disco in questione cambia le carte in tavola e riscrive la storia della band, facendola ritornare sul podio dei più grandi.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti
Gli AC/DC nel 1990. Da sinistra: Cliff Williams (basso), Malcolm Young (chitarra), Angus Young (chitarra), Chris Slade (batteria), Brian Johnson (voce).

È un disco con cui, finalmente, si respira un Hard Rock meritevole della band che lo rappresenta, di cui il singolo di apertura Thunderstruck ne è il più chiaro esempio, diventando un classico della band, soprattutto in sede live.

Il resto del disco è una pura esplosione di Hard Rock della miglior fattura, con cui la band non cede di un passo ma ci regala un capolavoro di assoluto splendore.

 

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here