Viene pubblicato Mandylion, terzo album della band olandese The Gathering, ma il primo a riscuotere successo.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Il disco vede un cambio di rotta e di formazione rispetto ai precedenti. Con il debutto dietro al microfono della giovane cantante Jazz Anneke Van Giersbergen vengono abbandonate le voci growl tipiche del Doom/Death Metal in favore di linee più melodiche, dando origine ad un Gothic Metal con voce femminile, il primo nel suo genere.

I The Gathering nel 1995. Da sinistra René Rutten (chitarra), Frank Boeijen (tastiere), Anneke van Giersbergen (voce), Hans Rutten (batteria), Hugo Prinsen Geerligs (basso), Jelmer Wiersma (chitarra).

Infatti il disco e, più nello specifico Anneke, diventano un punto di riferimento per tutte le donne rimaste, fino ad allora, nascoste nell’oblio ma col desiderio di esibirsi in un genere, fino a quel periodo, esclusivamente maschile. Anneke diventa quindi, involontariamente, una guida per la rivalsa femminile e il disco un caposaldo per tutto il Gothic Metal.

La voce di Anneke, eterea, drammatica, dolce, ed allo stesso tempo in grado di sprigionare una particolare potenza, unita alle ritmiche Doom dei fratelli Rutten, rendono il disco un capolavoro assoluto e uno dei migliori dischi Metal di tutti i tempi. Tracce come Strange Machines, Eléanor e Leaves entrano di diritto nella storia del Gothic Metal.

Di seguito la playlist dell’intero album.

 

 

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here