Outlandos d’Amour è l’album di debutto dei Police, pubblicato nel novembre 1978, certificato per ben tre volte disco di platino dalla RIAA. Outlandos d’Amour ha venduto oltre tre milioni di copie solo negli Stati Uniti, grazie a singoli di successo come “Roxanne”, “Can’t Stand Losing You” e “So Lonely“.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Con un budget di £ 1.500 preso in prestito dal fratello di StewartMiles Copeland, i Police registrano l’album al Surrey Sound, in modo discontinuo per sei mesi, approfittando dello studio libero o delle sessioni di qualcun altro cancellate all’ultimo momento.

Miles Copeland inizialmente pensa di chiamare l’album “Police Brutality”, ma dopo aver ascoltato “Roxanne” propone Outlandos d’Amour. Il titolo significa “fuorilegge per amore”: la prima parola è una combinazione di “outlaw” (fuorilegge) e “commandos”, mentre “amour” significa “amore” in francese.

L’album incorpora reggae, pop e altri elementi di quello che diventerà il suono definitivo della band, ma è fortemente influenzato dal Punk: una su tutte, la traccia di apertura “Next to You“.

Sting scrive “Roxanne“, il singolo principale dell’album, dopo aver visitato un quartiere a luci rosse vicino all’hotel alloggiava con la band, a Parigi, nell’ottobre del 1977. Il titolo della canzone deriva dal nome del personaggio della commedia Cyrano de Bergerac, il cui poster appeso proprio nell’atrio dell’hotel. Roxanne era originariamente una bossa nova, ma Stewart Copeland suggerisce l’arrangiamento definitivo che richiama vagamente un Tango.

Un piccolo e curioso aneddoto: durante la registrazione di Roxanne, Sting si siede accidentalmente sulla tastiera di un pianoforte. Le risate che sentiamo all’inizio del brano, sono precedute proprio dal suono stridulo di un piano suonato con il … di Sting!

Altra curiosità: “Peanuts” e una composizione scritta da Stewart Copeland e Sting, che quest’ultimo dedica a Rod Stewart, in seguito alla delusione subita da Sting per il suo ex idolo:

«Ero un suo grande fan, ma gli è successo qualcosa, spero di non diventare mai come lui».

Con gli anni Sting ha ammesso di non riconoscersi più nel pezzo, e di aver compreso molte cose in seguito alla sua stessa celebrità.

«Ho vissuto la vita che desideravo, e ora vedo le cose diversamente. Ero un grande fan di Rod Stewart, amavo la sua voce, era un grande showman. Ma lo vedevo decadere come immagine, e non lo sopportavo. Ho scritto quella canzone [Peanuts] da fan. Ma dopo aver vissuto la vita da pop star, e talvolta anche di una pop star decadente, capisco quanto sia facile cadere in quella trappola, e anche quanto sia facile lanciare pietre. Per me quella canzone non parla più di Rod Stewart.»

(Sting, 1985)

Outlandos d’Amour non ha ricevuto recensioni unanimi al momento della sua uscita. Tuttavia oggi è considerato uno degli album di debutto più dirompenti nella storia del Rock.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here