I Pink Floyd si esibiscono a Venezia nel più controverso ma, allo stesso tempo, affascinante concerto della loro carriera. Il mega evento attira circa 200.000 persone e viene trasmesso in mondovisione dalla Rai.

Il palco viene posizionato sul mare su una piattaforma galleggiante e il pubblico invade piazza San Marco. Un evento che da un lato rende la città lagunare una sorta di accampamento barbaro e da un altro una sorta di teatro all’aperto col mare che separa il palco dalle persone.

L’esibizione della band, nonostante l’assenza di Roger Waters, raggiunge uno dei picchi assoluti della sua carriera regalando ai fan una delle giornate più memorabili della storia della musica. L’abbassamento dei decibel deciso all’ultimo momento rende appena percettibile il live ma non ferma l’entusiasmo della gente.

Questi i brani eseguiti:

Shine On You Crazy Diamond 
Learning to Fly
Yet Another Movie
Round and Around
Sorrow
The Dogs of War
On the Turning Away
Time
The Great Gig in the Sky
Wish You Were Here
Money
Another Brick in the Wall Part 2
Comfortably Numb
Run Like Hell

Ovviamente la speculazione fa la sua parte, facendo salire i prezzi di cibo e bevande alle stelle, il tutto accompagnato dal degrado più assoluto, con tonnellate di immondizia nella piazza e per le strade, facendo vivere ai veneziani una sorta di incubo.

La polemica durò alcuni anni fino a far sentenziare alla Corte dei Conti che tutti gli amministratori pubblici erano corresponsabili dello scempio e la violenza fatta alla città.

 

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

Domenico Ragone
Grafico, fumettista, illustratore e pittore, non si lascia certo scappare la musica come altra sua grande passione. Heavy Metal ma anche Funky, Progressive e Pop. È batterista nei PRK e bassista nelle tribute di Maroon 5 e Oasis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here