Il 19 novembre 2015, a due anni di distanza dal precedente album, David Bowie pubblica il suo nuovo singolo Blackstar, il primo estratto dall’album omonimo, e successivamente Lazarus, anch’esso accompagnato da un video musicale, trasmesso in rete tre giorni prima della morte.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Con lo stesso titolo, il 12 dicembre debutta l’omonimo musical scritto e prodotto per Broadway da Robert Fox, per la cui prima teatrale Bowie presenzia, compiendo la sua ultima apparizione pubblica.

L’8 gennaio 2016, giorno del suo sessantanovesimo compleanno, esce Blackstar, il suo ultimo lavoro in studio.

Due giorni dopo, nella notte tra il 10 e l’11 gennaio, Bowie muore in una località non nota ma presumibilmente in una clinica oncologica di New York, dove si ipotizza che si sia avvalso di una programmata pratica di eutanasia, a causa dell’irrimediabile aggravarsi di una grave malattia che non gli ha lasciato scampo, ma contro la quale ha combattuto in gran segreto per circa 18 mesi.

David Bowie è stato uno dei personaggi più poliedrici, importanti e influenti della scena pop e rock mondiale per circa cinque decenni. È acclamato dalla maggior parte della critica musicale e dai suoi stessi colleghi musicisti per l’inventiva, la capacità di spaziare fra svariati generi musicali e di rinnovarsi costantemente come icona globale.

© 2020, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here