Elezione del Consiglio Direttivo (Regolamento 1/2019)

REGOLAMENTO 1/2019

REGOLAMENTO ELETTORALE

Premessa

  • Il presente documento è considerato regolamento interno all’associazione ed ha funzione di regolamentare le operazioni elettorali relative all’elezione del Consiglio Direttivo.
  • Il Consiglio Direttivo uscente rimane in carica sino all’insediamento del nuovo Consiglio.
  • Hanno diritto di voto tutti gli associati in regola con il pagamento della quota associativa.
  • Ai sensi dell’art. 33 dello Statuto ogni elettore può ricevere fino a un massimo di tre deleghe firmate da altro elettore che non possa essere presente. La firma non è necessaria se la delega è stata conferita tramite mail proveniente dall’indirizzo del delegante che risulta dal libro soci. Le deleghe devono essere consegnate alla Commissione elettorale in sede di elezione.

Candidature

  • La candidatura deve essere inviata a mezzo mail all’indirizzo [email protected], non oltre dieci giorni prima dell’indizione dell’Assemblea per le votazioni, senza particolari formalità.
  • L’elenco, con i nomi dei candidati, verrà inviato, a mezzo mail all’indirizzo dichiarato da ogni socio all’atto dell’iscrizione, sette giorni prima delle votazioni e affisso nei locali elettorali.
  • Il candidato che risulti per qualsiasi motivo escluso dall’elenco, entro tre giorni dalla data di invio della mail contenente l’elenco stesso può proporre ricorso per iscritto, senza particolari formalità, anche a mezzo mail a [email protected]. Il Consiglio Direttivo delibera d’urgenza sul ricorso entro 48 ore dalla proposizione dello stesso con decisione non impugnabile.
  • Nel caso in cui nell’elenco dei candidati non fossero presenti almeno tre soci fondatori, in applicazione dell’art.18 dello Statuto, il Consiglio, a sua insindacabile scelta, ne designerà d’ufficio un numero tale da raggiungerne almeno tre.

Commissione Elettorale

  • La Commissione Elettorale è composta dal Presidente uscente, dal Segretario uscente e da uno scrutatore scelto fra coloro i quali non sono candidati. In caso di indisponibilità del Presidente o del Segretario, le funzioni verranno svolte dagli altri Consiglieri uscenti.
  • La Commissione avrà il compito di predisporre gli elenchi degli elettori e dei candidati e di accertare l’esistenza dei requisiti di ammissibilità alla lista per l’elezione del Consiglio (essere in regola con il pagamento della quota associativa); curerà la predisposizione delle schede elettorali con prestampati i nomi dei candidati, le urne, gli elenchi e i verbali necessari allo svolgimento della votazione stessa.
  • Le votazioni dovranno durare al massimo due ore dello stesso giorno in cui sono iniziate, e sono chiuse con il voto dell’ultimo elettore presente nella sala.
  • Le operazioni di voto e di spoglio si svolgeranno esclusivamente nel giorno indetto per le elezioni, durante l’Assemblea appositamente convocata.

Espressione del voto

  • Ad ogni elettore, previa identificazione annotata a margine dell’elenco in cui risulta incluso, viene consegnato un esemplare di scheda elettorale ed esprime il suo voto mediante l’apposizione di croci dalla quale si evinca la volontà inequivoca di esprimere i voto per i candidati prescelti. Le schede che presentano segni atti a renderle riconoscibili sono nulle.
  • Ciascun elettore può esprimere un massimo di cinque voti. Le schede con più di cinque preferenze sono considerate nulle.
  • L’elettore consegna l’esemplare della scheda elettorale ripiegata, contenente il voto da lui espresso, ad uno dei componenti il seggio elettorale, che lo ripone nell’urna.

Scrutinio e proclamazione

  • Immediatamente dopo le operazioni di voto, inizia pubblicamente lo scrutinio. La Commissione elettorale legge ad alta voce i nomi dei candidati votati per ogni scheda e il Segretario procede all’annotazione dei voti espressi. In caso di scheda nulla il Presidente, sentita la Commissione, dichiara insindacabilmente e pubblicamente la motivazione dell’annullamento.
  • Risultano eletti coloro che hanno riportato il maggior numero di voti, ferma restando la frazione riservata ai soci fondatori ai sensi dell’art.18 dello Statuto. Verranno pertanto preliminarmente designati quali componenti il nuovo Consiglio i tre soci fondatori che abbiano ottenuto il maggior numero di voti. Nel caso in cui i soci fondatori non abbiano ottenuto alcun voto oppure siano in parità, saranno designati i tre più anziani. Gli altri due seggi disponibili verranno assegnati agli altri candidati che abbiano ottenuto più voti, fondatori e non. In caso di parità fra candidati, verrà proclamato eletto il più anziano.
  • Terminata la conta dei voti il Presidente proclama gli eletti e dichiara la composizione del nuovo Consiglio Direttivo.
  • Di tutte le operazioni elettorali viene redatto, a cura del segretario della Commissione Elettorale, il verbale controfirmato dal Presidente della stessa, nel quale sono riportati anche i risultati della votazione ed ogni altra annotazione utile.
  • Il verbale verrà conservato presso la sede dell’Associazione insieme all’elenco degli elettori e alle schede scrutinate.

Insediamento

  • Il Comitato Elettorale dà notizia, mediante apposito comunicato via mail e sul sito internet dell’Associazione, della proclamazione degli eletti e dei risultati elettorali. A partire dalla data di tale comunicazione il nuovo Consiglio risulta operativo e il socio che ha ricevuto il maggior numero di preferenze indice la sua prima riunione entro 20 giorni, in concomitanza della quale avviene l’insediamento effettivo.
  • Tra i consiglieri eletti il nuovo Consiglio Direttivo eleggerà il Presidente, il Vicepresidente, il Tesoriere e il Segretario ai sensi dell’art. 20 dello Statuto.
  • Nel caso in cui per qualsiasi motivo nel corso della consiliatura si rendesse vacante un posto nel Consiglio Direttivo, sarà chiamato a coprirlo quel Socio che alle elezioni è risultato il primo dei non eletti, sempre rispettando la riserva di cui all’art.18 dello Statuto. Se il consigliere mancante è un socio fondatore e a causa di ciò venga a mancare il numero minimo di tre soci fondatori nel Consiglio, sarà chiamato a ricoprire la carica vacante il primo dei non eletti fra i fondatori o, in mancanza, il socio fondatore più anziano anche se non candidato.

Ricorsi

  • Ogni contestazione in merito al regolare svolgimento delle elezioni deve essere espressa a mezzo ricorso alla Commissione Elettorale entro due giorni dalla data delle elezioni, che decide in via definitiva e non impugnabile nei successivi due giorni.

Il presente regolamento entra in vigore immediatamente e la sua applicazione è obbligatoria e vincola tutti i soci.