“Golf Girl” è il brano d’apertura di “In the Land of Grey and Pink”, il terzo album dei Caravan, considerato il vero capolavoro in assoluto della band, tra i simboli della cosiddetta Canterbury Scene.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

E’ indiscutibile e netta l’influenza in questo brano, come del resto in buona parte dell’album, di Richard Sinclair, e proprio nel testo di “Golf Girl” si parla della ragazza e futura moglie del bassista.

Il brano, nella versione originale, si apre con un riff di trombone, sostenuto da chitarra acustica, tastiere e una sezione ritmica allegra, lineare ma mai scontata. E poi la magnifica voce di Richard Sinclair, nell’ambito di un album che, oltre al brano che ne dà il titolo, annovera anche “Winter Wine” e la sontuosa, bellissima, “Nine Feet Underground”… Canterbury Scene ai massimi livelli.

Questa è la versione live di “Golf Girl” tratta dal concerto “Canterbury Tales”, svoltosi a Martano (LE) nell’anfiteatro del Parco dell’Allegria il 23/07/2019, organizzato dall’Associazione Musicale Prog On, con la partecipazione straordinaria di Richard Sinclair.

Line-up del brano:
Richard Sinclair (voce e basso)
Gianluca Milanese (flauto)
Angelo Losasso (batteria)
Mario Manfreda (chitarra elettrica)
Francesco de Totaro (chitarra acustica)
Gabriele “Leslie” Saracino (tastiere).

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here