Rose Clöd è un nome di donna, la madre, colei che concilia i caratteri diversi di tutti i suoi figli, rammenta loro la provenienza e al tempo li sprona a guardare il futuro con desiderio di scoperta.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Davide Manzone, proviene dal Synth-Pop anni 80: la sua matrice musicale è profondamente legata alla New Wave e al Dark. Grazie a questa passione, conosce Dario Ancona, che scopre in un cassetto alcuni vecchi demo e testi scritti da Davide, se ne appassiona e gli propone di lavorarci insieme.

Nasce il duo elettronico Ross/Claude: il nome trae origine dalla ramata chioma di Dario e dal nick scelto da Davide in omaggio alla madre. Si lavora all’arrangiamento dei vecchi brani e di alcuni nuovi pezzi, da far confluire in un EP e da eseguire dal vivo mediante l’utilizzo di campioni con loop-station fisiche e virtuali.

Una volta elaborata gran parte del materiale, però, Dario si trova impegnato in un altro progetto musicale, ed è spesso in tournée. Un batterista, Marco Russo, si offre di collaborare e portare a realizzazione il progetto. Di lì a breve, anche il ruolo di chitarra solista verrà affidato a Lorenzo Rizzello, lasciando così Davide più concentrato sulla voce e sulle parti ritmiche.

È il 2015: il gruppo prende il nome definitivo di Rose Clöd, il nome per intero della madre di Davide. Anche Gigi lascia il gruppo; al suo posto, nella inusuale veste di bassista, Matteo Moscara, conosciuto anni prima insieme a Dario.

Il 2016 vede la pubblicazione dell’EP “Lost & Found”: il nome dell’album è un richiamo alla storia del ritrovamento dei brani in esso contenuti, riportati alla luce dopo essere rimasti chiusi in un cassetto, proprio come oggetti smarriti; la traccia da cui l’album prende il nome parla, appunto, del recupero dei ricordi e della capacità di ritrovare se stessi e la forza di amare ancora.

Dal 2018 al basso si inserisce definitivamente Gabriele Caniglia (Koala, Sabbianera, Night Bit), poli-strumentista e profondo conoscitore della musica, vecchio amico e coetaneo di Davide, col quale condivide la passione per la New Wave e il Synth Pop.

Il gruppo ha in passato collaborato costantemente con la compagnia teatrale “DANTES-Art Factory”, per la quale Davide ha scritto e prodotto le musiche utilizzate in diversi spettacoli, sempre firmate ed eseguite come Rose Clöd. Lo spettacolo teatrale “OGGETTI SMARRITI” è una raccolta di 10 brani del repertorio del gruppo, introdotti da monologhi interpretati dall’attrice Maria Margherita Manco. Ogni monologo è sottolineato da musiche originali scritte dal gruppo.

La prima assoluta è stata eseguita nel luglio del 2017 nell’ambito di “Sipari di Pietra”, annuale rassegna d’arte e teatro estiva che si svolge nell’affascinante Chiostro San Domenico di Gallipoli. Una seconda rappresentazione si è tenuta nel Dicembre 2018 presso il “Vecchio Stampo”, associazione culturale leccese.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here