Dietro al nome di Julius si nasconde quello di Giuseppe Chiriatti, compositore, arrangiatore, tastierista e cantante di Rock Progressivo, nato e cresciuto a Lecce.

I nostri inserzionisti
Spazio inserzionisti

Appassionato dell’organo Hammond e dei sintetizzatori analogici, Giuseppe è un esperto programmatore di “drum machine” e di sequencer. Ha studiato pianoforte con il Maestro Fernando Mancarella e ha partecipato a vari seminari Hammond con l’organista Jazz di fama mondiale, Tony Monaco.  Lo stile tastieristico di Julius si ispira prevalentemente a quello di Tony Banks e Richard Wright; tra i suoi riferimenti compositivi e fonte di ispirazione ci sono i Genesis, i Van der Graaf Generator, i Jethro Tull, i King Crimson, gli Yes, i Pink Floyd, la PFM, il Banco del Mutuo Soccorso, gli esponenti della scena di Canterbury, e in generale tutto il Prog inglese, italiano e scandinavo, anche attuale, di cui è esperto conoscitore e curioso ascoltatore.

In quasi cinquant’anni di carriera artistica ha militato in diverse formazioni. Indimenticabile è stata l’esperienza con i Forum, gruppo che fondò a soli quindici anni e che riscosse molto successo in Puglia. Con gli Harpa nel 1977 ha suonato e composto Prog dalle forti connotazioni Jazz-Rock. Con i VentiForty, ha suonato e cantato Blues fino alla fine del 2009. Proficua è anche la collaborazione con il cantautore leccese Max Vigneri, per il quale ha realizzato arrangiato e suonato nell’album “Tempo”. Oggi collabora con The Orange Grapefruit, gruppo ispirato all’opera di George Harrison, che nel 2018 ha riscosso un notevole successo durante una mini tournee in Spagna.

Dal Rock al Blues quindi, dal Gospel alla Dance anni 70, senza dimenticare però il suo primo amore: il Prog. Julius sta lavorando al suo primo concept-album, “Cut the Tongue”, che vedrà la luce nel 2020.

© 2019, Associazione Musicale Prog On. Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here